La Frauenkirche e l’orma del Diavolo - itMonaco

itMonaco

Chiese Miti e leggende

La Frauenkirche e l’orma del Diavolo

Frauenkirche

La Frauenkirche, la Cattedrale di Nostra Signora in tedesco, è uno dei simboli piu’ caratteristici di Monaco di Baviera. I due campanili, dalle particolari cupole “a cipolla”, alti 99 metri, dominano il panorama della città e possono essere chiaramente visibili da qualsiasi punto. Una curiosa leggenda narra di come gli architetti che la costruirono riuscirono ad ingannare Lucifero, il quale, furente, lasciò l’impronta del suo stivale, con tanto di sperone, all’interno della chiesa.

La Storia

La Cattedrale di Monaco di Baviera venne edificata per volere di Sigismondo di Baviera verso la fine del XV secolo, tra il il 1468 e il 1488, nel tempo record di soli 20 anni! Lo stile architettonico è propriamente gotico e la sua imponente struttura in mattoni rossi risalta per la simmetria delle sue linee. Particolari sono le cupole “a cipolla” dei campanili, uniche nel loro genere rispetto alle tradizionali guglie gotiche tipiche delle chiese di questo periodo.

Torri Frauenkirche
“Frauenkirche – München” by Altweibersommer is licensed under CC BY-NC-SA 2.0

L’interno della Frauenkirche colpisce il visitatore, soprattutto, per il senso di maestosità ed imponenza che trasmette. La navata centrale che porta all’altare maggiore è fiancheggiata, da entrambi i lati, da immense colonne che ne amplificano la dimensione. Ciò che colpisce quando si entra, sono anche i due monumenti funebri degli imperatori: Ludovico II di Baviera e Ludovico il Bavaro, primo Sacro Romano Imperatore della casata Wittelsbach. Ma all’entrata, un altro particolare colpisce i visitatori: l’impronta di un piede precisamente collocata al centro dell’ingresso principale. La gente del luogo la chiama Teufelstritt, l’impronta del Diavolo

Il diavolo e l’inganno degli architetti della Frauenkirche

La leggenda narra che i costruttori della Frauenkirche fecero un patto con Satana affinchè non interferisse nei lavori di edificazione della chiesa. Se tutto fosse andato per il meglio, avrebbero costruito un edificio senza finestre. Naturalmente Lucifero accettò. A cosa sarebbe potuta servire una cattedrale senza finestre? Così i lavori terminarono, senza problemi, nel giro di soli 20 anni! Un tempo record per quel periodo, considerando che ci volevano generazioni per completare la costruzione di una cattedrale. Prima della consacrazione, il Diavolo volle accertarsi che realmente la chiesa fosse stata costruita senza finestre. Sporgendosi dall’entrata, vide effettivamente che non ve ne erano e gioì con una grossa risata; tuttavia, fatto un altro passo innanzi, per osservare meglio, si rese conto che era stato semplicemente ingannato dai costruttori.

Interno Frauenkirche
“Dresden – Frauenkirche Inside II” by chop1n is licensed under CC BY-NC 2.0

Le maestose colonne ai lati della navata centrale nascondevano le finestre, dando l’illusione dal centro dell’entrata della chiesa, ovvero dal punto in cui il Diavolo aveva poco prima osservato, che non ci fossero! Lucifero capì allora l’inganno e furente sbattè il piede sul pavimento, lasciando così, in quel punto, l’impronta del suo stivale, come segno indelebile della sua ira. Per vendicarsi e volendo cancellare per sempre la prova del vile inganno subito, si trasformò in un vento fortissimo con lo scopo di abbattere la cattedrale, ma invano. Ancora oggi, la gente del luogo, nei giorni in cui tira il vento forte, ricorda questa antica leggenda immaginando che Lucifero, ancora arrabbiato per l’inganno dei costruttori, continui a tentare, invano, di distruggere la Frauenkirche. 

La Frauenkirche e l’orma del Diavolo ultima modifica: 2020-11-09T18:00:17+01:00 da Pierfrancesco Pranno

Commenti

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
To Top
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x